News

2017- AVIARIA ITALIA: E' ALLARME (REVIS. 27 /01/17)

Pubblicato: 27 gennaio 2017

2017- AVIARIA ITALIA: E' ALLARME (REVIS. 27 /01/17)

Si complica la situazione italiana in termini di influenza aviaria.

Provvedimenti della Regione Veneto e del Ministero Salute

Dal sito ANMVI:

TERZO FOCOLAIO IN VENETO

Aviaria, nuovo dispositivo dirigenziale dal Ministero e nuova ordinanza regionale 26 gennaio (Porto Viro)

Giovedì, 26 Gennaio 2017 13:20

 

Ulteriori misure per contenere l'eventuale diffusione di influenza aviaria. Le ha diffuse oggi il Ministero.Terzo caso in Veneto.
Sono circa 800 i casi di virus ad alta patogenicità H5N8 in Europa, dei quali 411 focolai nel pollame domestico industriale e 357 nell'avifauna selvatica.Dato il quadro epidemiologico comunitario e la situazione nazionale (in Veneto i casi sono saliti a tre), la Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinaria ha trasmesso ai Servizi Veterinari regionali un nuovo dispositivo dirigenziale.

La situazione epidemiologica europea legata alla circolazione di virus influenzale H5N8 ad alta patogenicità in numerosi Stati Membri è"grave", anche tenuto conto della dimostrata capacità dei virus ad alta patogenicità di diffondersi rapidamente tra gli allevamenti e che è "indispensabile attivare in tempi brevi adeguate misure di controllo e di biosicurezza", oltre limitare le movimentazioni di animali vivi, misura quest'ultima considerata fra le più efficaci.

Il dispositivo dirigenziale emanato oggi istituisce ulteriori zone di restrizione attorno alle zone di protezione e sorveglianza già definite attorno ai focolai confermati e dispone controlli sugli allevamenti di tacchini da carne a livello nazionale.

Inoltre tra la Regione Veneto e le altre Regioni dovrà essere garantita una separazione funzionale delle attività, del personale e dei mezzi del settoreproduttivo avicolo. Misure specifiche vengono dettagliate per le "aziende a contatto"

Le misure di biosicurezza devono essere applicate su tutto il territorio nazionale. Nelle aree a richio di introduzione dei virus influenzali andranno applicate le misure di controllo previste dall'ordinanza 26 agosto 2005 (esmi), nonchè vietare le pratiche allevamento nelle aziende a carattere industriale considerate a rischio in base alla medesima ordinanza.

Il dispositivo,firmato il 25 gennaio dal Direttore Generale Silvio Borrello, resterà in vigore per 30 giorni e sarà passibile di modifiche in base alla situazione epidemiologica.
Tre gli Allegati del provvedimento, riportanti l'elenco dei Comuni, il protocollo per il trasporto di animali vivi e prodotti e indicazioni riguardanti i set di campioni standard per i test virologici o sierologici di laboratorio.

pdfTERZO_FOCOLAIO_IN_VENETO.pdf32.72KB

pdfDISPOSITIVO_DIRIGENZIALE_25_GENNAIO_2016.pdf383.87KB

NUOVA ORDINANZA REGIONALE IL 26 GENNAIO 2016: http://www.izsvenezie.it/documenti/temi/influenza-aviaria/situazione-epidemiologica-HPAI/HPAI-provvedimenti/2017/regione-veneto/2017-01-24-ordinanza-9.pdf

[...]

Contatti
  • Via F.lli Manfredi, 57/3
  • 42124 Reggio Emilia
  • ITALY
Copyright 2012 by SOR Privacy Termini di utilizzo