News

2016-AVIARIA EUROPA: AGGIORNAMENTO 21 DICEMBRE

Pubblicato: 22 dicembre 2016

2016-AVIARIA EUROPA: AGGIORNAMENTO 21 DICEMBRE

ESAMINARE CON ATTENZIONE LA MAPPA DEI FOCOLAI ALLEGATA.  CONSIGLIO: EVITARE DI TRASFERIRE IN ITALIA E NEL PROPRIO ALLEVAMENTO ESEMPLARI PROVENIENTI DA QUELLE LOCALITA' . SAREBBE AD ELEVATO RISCHIO: E' UNA POLITICA DI RAGIONEVOLE PRUDENZA

21/12/2016 – In data odierna, sono state inserite informazioni circa il primo focolaio di HPAI H5N8 notificato in Grecia a seguito del ritrovamento di un cigno morto. Inoltre, vengono riportati 5 casi confermati di influenza aviaria in Bulgaria, la caratterizzazione completa del virus è in corso.
Infine, l’EFSA ha pubblicato un documento di sintesi sul virus HPAI H5N8 con informazione riguardanti l’attuale epidemia in Europa e delle raccomandazione sulle misure di biosicurezza da applicare. Il documento completo è consultabile al seguente link: http://www.efsa.europa.eu/en/press/news/161220.

19/12/2016 – In data odierna, sono state inserite informazioni circa il primo focolaio di HPAI H5N8 notificato in Gran-Bretagna e il primo focolaio in pollame domestico in Serbia. Inoltre, vengono riportati alcuni chiarimenti riguardo il virus HPAI H5N5 isolato in Olanda.

16/12/2016 – Il Ministero dell’Alimentazione e Agricoltura tedesco ha informato la Commissione in merito alle caratteristiche dei focolai di HPAI H5N8 in Germania: i) le positività si sono verificate prevalentemente negli uccelli selvatici; ii) la maggior parte dei focolai nel pollame domestico sono state confermate in allevamenti con bassi livelli di biosicurezza; iii) i focolai nella popolazione domestica si sono verificati a seguito di contatti con uccelli selvatici e non con altri allevamenti; iv) la maggiore parte dei focolai notificati, sia domestici sia selvatici, sono localizzati in vicinanza di zone umide.
Nei due focolai olandesi, la descrizione dei sintomi clinici e delle lesioni post-mortem riporta che in entrambi gli allevamenti si è verificato un aumento della mortalità, una riduzione del consumo di alimento, diarrea e letargia e nelle anatre erano presenti sintomi neurologici (e.g. depressione, torcicollo, atassia) ma assenti di sintomi respiratori e lesioni post-mortem.
A livello europeo, alla data odierna sono state confermate complessivamente 403 positività.

[...]

Contatti
  • Via F.lli Manfredi, 57/3
  • 42124 Reggio Emilia
  • ITALY
Copyright 2012 by SOR Privacy Termini di utilizzo