News

INSEGNAMENTI DA COLORADO (E NON SOLO)

Pubblicato: 27 maggio 2013

INSEGNAMENTI DA COLORADO (E NON SOLO)

INNOVARE ? SI PUO’. INSIEME

 

La manifestazione “Colorado-La mostra di primavera” si presta ad una lettura particolarmente utile e costruttiva ai fini della soluzione dei problemi che riguardano il nostro Movimento.

1-Una mostra ornitologica a primavera?

Siete matti; non si fanno mostre a maggio ! Perché? Perché non si sono mai fatte…..

Risposta/motivazione-ovviamente- inaccettabile, in quanto non-risposta e, soprattutto, non costruttiva. Ma cosa dicono i fatti? La prima edizione 2012 ha visto circa 300 ingabbi di Ondulati di colore, la seconda (2013) ne ha visti 503, con un balzo del 68% ed un buon livello tecnico: il gradimento degli allevatori degli Ondulati di colore è certo ed elevato, tanto che, probabilmente, hanno modificato il calendario di allevamento per partecipare a Colorado.

2-Il calendario mostre non si può allargare.

Ne consegue una sovrapposizione di mostre che producono inefficienze, difficoltà con l’organizzazione dei giudici, insoddisfazione degli allevatori (e contrasti fra gli organizzatori…). Le manifestazioni note come “Zebra’s” (settembre) e“Colorado” (maggio) mostrano con il loro successo che è possibile ampliare in misura anche notevole la stagione mostre, senza particolari problemi di carattere sportivo ed organizzativo. Anzi.

3-Partecipare alle mostre è sempre più costoso.

“Colorado” dimostra che con 2 (due!) euro è possibile ingabbiare ad una mostra sportiva di rilevanza europea (difficile trovare 500 ondulati esposti nella stessa mostra..). E con10 euro si mangia pure. Certo non ci sono medaglie d’oro: ma gli organizzatori ritengono che fra gli obiettivi di una mostra ornitologica sportiva non ci sia quello di distribuire lingotti a pochi, ma opportunità a tutti. Diploma e un prodotto gastronomico possono ampiamente fare da corollario alla soddisfazione del piazzamento sportivo. Rimane il viaggio: chissà che non si riesca a fare un accordo con ENI per avere sconti sui carburanti… Intanto ci si organizzerà con viaggi di gruppo.

Certo occorrono soluzioni organizzative adeguate: volontariato, sede, giudizio.

4-Le mostre “durano” troppo.

Dipende: Zebra’s e Colorado ingabbiano il venerdì pomeriggio e sgabbiano alle 15 della domenica. In circa 48 ore ci passa una vita ornitologica: ingabbio, giudizio, mostra-scambio/mercato, sgabbio.

Il giudizio a confronto adottato da Colorado consente il giudizio di 500 esemplari con tre giudici in sette ore. Riduzione tempi e costi senza pregiudicare la qualità.

5-Il giudizio attuale può essere contestato sotto molti punti di vista.

E’ una frase che si sente ovunque. Può darsi sia così, ma non basta denunciare e contestare, occorre capire, spiegare e fare proposte migliorative.

Detto e fatto: Colorado ha proposto un cartellino innovativo, nei contenuti che sono “parlanti”. E’ una proposta: non va bene? Qualcuno proponga modifiche motivate: è il primo passo per essere costruttivi.

E’ previsto che il cartellino di giudizio riporti il nome dell’espositore: sembra un fatto ovvio, ma è la prima volta in assoluto nella storia dell’ornitologia sportiva. Ricordiamo che fino a Piacenza (2009) sulle gabbie–nei mondiali- non veniva esposto il cartellino….La prossima frontiera è inviare a casa, via mail, il cartellino (ed il catalogo premiazione) agli espositori: internet c’è, costa poco, usiamolo.L'unico limite attuale è la scarsa disponibilità di indirizzi mail degli espositori.

Dedicato a chi cerca nelle novità i motivi di critica: il nome viene posto sul cartellino dopo che è avvenuto il giudizio….

6-Una mostra sportiva è un insieme di gabbie.

Pare che questo sia il massimo di impegno che certi organizzatori riescono ad assumere. Liberi di farlo,ma esistono anche altre visioni, più aperte e più stimolanti.

Una mostra sportiva è un insieme di persone e di animali.

Pertanto, occorre pensare,progettare e lavorare per soddisfare entrambe le categorie. Con Colorado si è confermato l’impegno degli organizzatori in questa direzione. Delle svariate centinaia di persone che sono transitate nella sede SOR dell’esposizione(allevatori, appassionati,commercianti,amici, famiglie…) ben 132 sono rimaste a pranzo!

Si è trattato di un pranzo sportivo, non di gala, a base di gnocco e salumi e non di sofisticate ricette d’alta scuola contemporanea. Ma lo stomaco si è riempito e- soprattutto- si è riempito il cuore, con questo stare insieme, in famiglia, in serenità, negli edifici della mostra.

Anche questo, secondo noi,dà un senso alle manifestazioni ornitologiche: rappresenta il cemento del nostro Movimento.

7-Ornitologia è….

Certo, è allevare, è esporre, è stare assieme nei nostri ambienti. Ma non può essere solo questo:l’ornitologia non può isolarsi dal contesto in cui gli uomini vivono.L’ornitologia, ad esempio, è anche solidarietà.

Gli organizzatori di Colorado ( un gruppo di Associazioni di Reggio e Modena) hanno costituito all’indomani del terremoto in Emilia un Comitato (“Le Ali della Solidarieta’”),che sta aiutando in vari modi le istituzioni. Domenica 26 gli ornicoltori erano presenti all’inaugurazione della nuova sede della Protezione Civile di Campogalliano, che collabora da tempo con l’Internazionale, domenica 9 sono invitati alla Giornata della Solidarietà organizzata dal Comune di Novi, cui il Comitato sta fornendo attrezzature scolastiche. E sono solo alcuni degli interventi, per dire: dove occorre solidarietà deve esserci l’ornitologia,perché è un dovere, perché saremo ammirati e rispettati.

Domenica successiva, 16 giugno, altra iniziativa comune di La Fenice (gruppo di Associazioni) e SOR.Questa volta il tema riguarda un argomento sanitario degli uccelli: il pericoloso Polyoma virus. Incontro con il dr. Marco Canova, per imparare e dare collaborazione nelle ricerche agli Istituti ed ai privati. E non è l’unico caso:ornitologia è sviluppare ricerca mirata ed informare.

Ma uno dei pilastri dell’ornitologia è la collaborazione fra Associazioni e con altri. L’iniziativa Colorado è stata resa possibile nelle dimensioni e coi costi citati grazie agli ottimi rapporti fra SOR e la Soc. Colombofila Tricolore, la cui sede è adiacente a quella SOR. Le proprietà di uno sono a disposizione dell’altro, in un efficace modello di contenimento dei costi e massimizzazione delle opportunità. Ed è stata resa possibile unendo le forze di ben 6 Associazioni ed 1 Club: dove non si arriva da soli, è bene unire le capacità e le risorse. Ornitologia è collaborazione.

E’ meglio arrivare assieme, che fermarsi da soli con la lingua fuori…

 

Lo scopo di questa riflessione/messaggio non è di lucidare le proprie medaglie, ma di lanciare un preciso, forte, accorato messaggio agli allevatori ed ai gruppi dirigenti del Movimento degli ornicoltori:

Innovare è indispensabile, è possibile, è a vantaggio di tutti.

Innovare non discende da un’investitura divina: è solo frutto della volontà umana.

Non subiamo l’immobilismo: promuoviamo l’innovazione, insieme, con forza.

Che si deve fare ancora per dimostrare necessità, fattibilità ed urgenza dei cambiamenti?

27/05/2013

[...]

Contatti
  • Via F.lli Manfredi, 57/3
  • 42124 Reggio Emilia
  • ITALY
Copyright 2012 by SOR Privacy Termini di utilizzo